Quotidiano gratuito di informatica, telematica e comunicazione



21/12/96
EDITORIALE - Internet e vacanze: Punto Informatico

Fonte: Punto Informatico


In sintesi:

Cosa sta succedendo alla rubrica Internet. Le prospettive, le vacanze e gli auguri!


Alcuni lettori hanno scritto segnalandoci il loro "disappunto" alla mancata pubblicazione delle rubriche di recensioni di siti Internet che abbiamo portato avanti per molto tempo. Abbiamo pensato quindi di rispondere in questo editoriale.

Le strade che stiamo perseguendo sono due ed entrambe dovrebbero portare ad un aumento delle presentazioni quotidiane di siti: da una parte ci sono le recensioni che realizziamo in redazione e dall'altra le segnalazioni che riceviamo dai lettori e dai motori di ricerca.

Le nostre recensioni dovrebbero "ritornare" con continuità dai primi di gennaio e contiamo di inserire anche recensioni di siti stranieri. Ancora non abbiamo stabilito se saranno due rubriche diverse e se queste affronteranno ogni giorno temi diversi o un po' di tutto, ma ci stiamo organizzando e, come al solito, attendiamo anche i vostri pareri.

La seconda strada, rappresentata ora dalla collaborazione con Italian Web Pages, motore di ricerca italiano, che ultimamente, purtroppo, ci ha permesso di pubblicare i nuovi siti iscritti "a singhiozzo", dovrebbe essere ampliata con la collaborazione di altri motori, anche stranieri.

In questo modo dovremmo poter offrire un discreto numero di recensioni e segnalazioni e quindi potremmo raggiungere gli interessi di quasi tutti.

A parte queste doverose parole sulla situazione della rubrica Internet vi comunichiamo che la redazione si prende sei giorni di vacanza la settimana prossima in occasione del Natale. Punto Informatico, quindi, non uscirà tra il 24 e il 29 e riprenderà regolarmente lunedì 30 dicembre con un "riassunto" delle notizie più importanti degli ultimi giorni.

Ci teniamo inoltre a fare a tutti tantissimi auguri per Natale... ma per questo c'è ancora tempo.

Ciao. La redazione.


[Torna a inizio pagina] [Torna al sommario]

21/12/96
GIOCHI - Recensioni: FIFA 97

Fonte: Ludus Working Group


In sintesi:

La nuova release della EA arriva in Italia come annunciato a novembre. Eccone tutti i dettagli


Sistema: Pc CD-ROM

Genere: Sportivo

Software House: Electronic Arts

Prezzo: 79.900 lire

I giochi di calcio da sempre rappresentano uno dei generi più seguiti in assoluto dal pubblico, pertanto le software house cercano di sfornare quanti più titoli gli è possibile, nel tentativo di avere una quota di mercato sempre maggiore. Nell'ultimo anno poi le cose sono notevolmente migliorate: sono usciti infatti Fifa 96, Actua Soccer, Euro 96, Sensible World Of Soccer, ed altri prodotti meno validi. Il re incontrastato di questo genere è, a detta della maggioranza, Fifa 96 anche se alcuni gli preferiscono Euro 96, che ha eliminato molti dei difetti che aveva il suo predecessore Actua Soccer.

Ora l'Electronic Arts vuole rinsaldare il suo trono con il seguito di uno dei maggiori successi dello scorso anno, chiamato, in un impeto di originalità, Fifa 97.

La prima cosa importante da specificare è questa: non si tratta dello stesso gioco aggiornato nei nomi, ma di un prodotto a sé stante, con importanti novità che lo separano dal suo predecessore. Non appena aprirete la scatola e prenderete in mano il vostro costoso CD, dovrete scegliere se installare la versione DOS o quella Windows95. Se utilizzerete la seconda il programma si preoccuperà di installarvi, se già non le avete, le routine DirectX (versione 2.0), che permettono al programma di girare fluidamente anche sotto Windows95 (è consigliata comunque una buona scheda grafica).

Utilizzare questa seconda opzione ha il vantaggio di non dover lottare contro IRQ, DMA, ecc, ecc, per configurare la scheda sonora... anche se a dire la verità non è tutto così roseo! Diverse schede sonore, con driver obsoleti creano conflitti con le DirectX, con la conseguenza di non poter ascoltare nessun effetto sonoro! A me è capitata proprio una simile situazione, che fortunatamente sono riuscito a risolvere scaricando dei driver aggiornati.

Facendo una carrellata nelle opzioni andiamo a scoprire che, cosa secondo me negativa, sotto i giocatori possono comparire solo i numeri e non più i nomi, che possiamo scegliere se avere sul campo l'arbitro o no, ed anche le dimensioni del campo. Un'altra novità, questa volta estremamente positiva, è la possibilità di usare qualsiasi tipo di Pad presente in commercio e non solo il Gravis Pad come in Fifa 96.

Dopo aver stabilito in che ambiente giocare ci si butta a pesce nel gioco: la prima scelta da fare è di giocare all'aperto, 11 contro 11, oppure al chiuso, 5 contro 5. Questa modalità è molto più veloce e frenetica, per cui è molto difficile riuscire a combinare qualcosa (anche se è consigliata a chi è in possesso di computer poco potenti, per il limitato numero di giocatori da muovere).

Dopo aver scelto la squadra ci si ritrova sul campo: la prima cosa che si nota è la cura riposta nella riproduzione degli stadi, con un grandissimo particolare: gli spalti si riempiono in base ai risultati della squadra ed in base agli avversari!

Sempre dal punto di vista della grafica non si possono non notare i giocatori, ora interamente poligonali (come i mostri di Quake per intenderci), ed estremamente particolareggiati. A differenza di Fifa 96 i calciatori non saranno più fastidiosamente pixellosi!

Le animazioni sono fluidissime grazie alla collaborazione della stella del Newcastle, Ginola, che si è fatto filmare per rendere ancora più realistico questo gioco. Tutto questo splendore grafico ha però un prezzo: le richieste hardware sono aumentate a dismisura; se con Fifa 96 era possibile in VGA giocare addirittura su un 486 DX33 ed in SVGA girava tranquillamente sui DX4/100, con il suo seguito che utilizza solo la SVGA dovrete possedere per giocare al massimo dettaglio grafico almeno un Pentium 133, con una scheda grafica con 2 MB! Inoltre vista la quantità di poligoni che il gioco deve muovere, Fifa 97 si presenta come un gioco meno frenetico del suo prequel.

Il sonoro è rimasto inalterato rispetto al precedente titolo, l'unica novità è data dalla presenza di due telecronisti che però fanno dei commenti iniziali e finali che non c'entrano proprio niente (sì, lo so, lo fanno anche i telecronisti italiani, però...).

La vera carta vincente di Fifa 96 era però la giocabilità, che fortunatamente è rimasta invariata, anzi, grazie alla semplificazione dei comandi il gioco risulta molto più divertente da giocare e si possono creare delle grandi azioni sin dalle prime partite: ora, infatti, si usano solamente tre tasti e solamente per i colpi più assurdi bisogna "avere più dita".

Ottima l'idea di far sparire quel ridicolo cerchiolino giallo nelle punizioni o nelle rimesse: ora il motore grafico del gioco fa piazzare la telecamera alle spalle del giocatore e si tira a vista, vi assicuro che in breve riuscirete a realizzare gol su punizione che farebbero invidia a Del Piero e Zidane. La longevità è alta grazie ai tre stili di gioco e ai tre livelli di difficoltà che garantiscono una sfida non indifferente.

L'unico appunto serio che mi sento di fare al nuovo prodotto della EA, riguarda i nomi dei giocatori: è mai possibile che i nomi siano ancora quelli dello scorso anno e che in alcune squadre manchino importanti giocatori? Ad esempio nella Juve manca Padovano, cosa a dir poco scandalosa!

A parte questo difetto che può essere compensato grazie ad un rudimentale sistema di calcio mercato, che permette di scambiare i giocatori tra le varie squadre, Fifa 97 si presenta come il miglior gioco di calcio per PC, distruggendo senza pietà i suoi rivali per grafica, ma soprattutto per la grande, grandissima giocabilità.

I voti: GRAFICA 9, la grafica poligonale è molto bella, stupende poi le animazioni - SONORO 7, il sonoro è rimasto lo stesso di Fifa 96. I commentatori ogni tanto dicono qualche castroneria assurda - GIOCABILITÀ 9, prendete Fifa 96 e rendetelo ancora più giocabile, così otterrete Fifa 97 - DURATA 8, tre stili di gioco e tre livelli di difficoltà: vi assicuro che ci giocherete per molto tempo - GLOBALE 9, è il miglior gioco di calcio in circolazione, inseritelo pure tra i regali di Natale.

I pregi: controlli più immediati. Grafica poligonale. Supporta tutti i tipi di joypad.

I difetti: richieste hardware molto alte. Il calcio a 5 è quasi ingiocabile. Nomi aggiornati al 1996 con alcune gravi dimenticanze.

La configurazione minima è un Pentium 75 MHz, 8 MB RAM, 5 MB HD, CD-ROM 2X. Quella consigliata è un Pentium 133, 16 MB Ram, CD-ROM 4X, 69 MB HD, SVGA 2 MB.

Andrea Pagliano

ALTRI PARERI

Come avrete letto nella recensione Andrea Pagliano osanna questo ultimo lavoro della Electronic Arts... io al contrario non ne sono rimasto pienamente soddisfatto. Prima di tutto trovo inammissibile che il database dei giocatori sia rimasto aggiornato a quello della passata stagione, e che soprattutto non esista un editor per modificare i nomi dei giocatori e le loro caratteristiche in maniera permanente. Purtroppo si perde molto del fascino giocando, chessò, con Vialli e Ravanelli ancora nella Juventus.

Altro capitolo merita invece la grafica: indubbiamente si sono ottenuti degli ottimi risultati con la grafica poligonale, molto curata e ben animata. Quello che secondo me è parecchio deludente è invece l'engine del gioco: spesso la telecamera si blocca nel bel mezzo di un'azione, disinteressandosi completamente di dove si trova il pallone! Inoltre lo scrolling del gioco, procede spesso a scatti (soprattutto a centrocampo), rendendo davvero fastidiosa la costruzione di un'azione. Vorrei far presente che non ho provato il gioco su qualche vecchio 486, ma su un Pentium 133 Mhz con Matrox Millenium, che mi pare una configurazione di tutto rispetto.

Fifa 97 ed il suo più diretto concorrente Euro 96, come era lecito aspettarsi sta dividendo i giocatori... ma quale dei due è il migliore??? Non credo che ci sia un netto vincitore, anche perché Euro 96 ha il grave difetto di limitarsi al campionato europeo; leggendo i commenti sui newsgroup quest'ultimo gioco sembra comunque incontrare maggiormente i gusti dei videogiocatori, ma a mio avviso tutto è molto soggettivo...

Giuseppe Bellisano


[Torna a inizio pagina] [Torna al sommario]

21/12/96
GIOCHI - Recensioni: Ripper

Fonte: Ludus Working Group


In sintesi:

Squartando persone a voi care un maniaco attira la vostra attenzione di reporter. Giornalisti a rischio?


Sistema: PC CD-ROM

Genere: Avventura grafica

Software House: Gametek

Prezzo: 129.000 lire

PREFAZIONE

Ripper è quello che molte persone hanno definito come un Film interattivo... ma personalmente ritengo che sia molto di più. È un gioco molto vario, che tra l'altro ci introduce in un mondo più complesso che è quello che nel gioco viene chiamato cyberspazio.. Ma andiamo con ordine.

LA STORIA

Siamo nel 2040, e c'è un pazzo squartatore che ha già fatto 2 vittime... e chissà perché ha scelto proprio voi che siete un giornalista dell'Herald virtuale, per comunicare le sue malefatte. Ecco che vi richiama... una nuova vittima: il corpo è stato completamente squarciato in un orribile spettacolo; la cosa però non vi interesserebbe più di tanto, se non fosse per il fatto che la prossima vittima sarà la vostra collaboratrice. Questo il quadro della storia che vi si presenta, non male vero?

IL GIOCO

Devo riconoscere che il gioco è veramente avvincente, sia per la parte grafica, ben curata nei minimi particolari, sia per i dialoghi che sono importantissimi per la risoluzione del caso. Dovrete appuntarvi tutto sul vostro Wak, una sorta di agenda, che è veramente eccezionale. Avrete anche uno scanner portatile che vi sarà d'aiuto per l'assunzione delle prove.

Nel corso dei dialoghi con i più disparati personaggi del gioco, sarete più volte costretti ad immagazzinare un bel po' di informazioni, che fortunatamente potrete trascrivere sul vostro Wak per poi riutilizzarle nel momento più opportuno. Più volte sarete costretti a ritornare ad angosciare i vostri malcapitati amici e conoscenti per venire a conoscenza di nuove informazioni, che prima non vi potevano (o volevano) fornire. Sarete costretti ad utilizzare moltissime apparecchiature elettroniche moderne e complesse che vi stupiranno sicuramente... ma un capitolo a parte deve essere dedicato al:

CYBERSPAZIO

Eh sì, la prima volta che ci entrerete non capirete assolutamente nulla. Vedrete, un po' come accade con alcuni siti Internet, spesso definiti "pozzi" (che per accedervi hanno bisogno di password e di tutta la vostra bravura), anche nel gioco dovrete dimostrare grandi capacità... anche se il più delle volte dovrete solamente sparare contro i difensori del pozzo, o dovrete dar prova della vostra abilità di tiratore scelto. È realmente impressionante poi quando entrerete nella mente della vostra collega in coma. Devo riconoscere che quando mi sono catapultato nel Cyberspazio, la prima volta mi sono sentito completamente spaesato e sperduto in un mondo virtuale, che non avevo ancora visto in nessun altro videogioco.

I DIALOGHI

Come ho detto sono essenziali e purtroppo chi non ha una scheda sonora rinunci sin da ora a questo gioco perché non esistono sottotitoli che possano rendere comprensibili i dialoghi. Questi ultimi in ogni caso sono veramente ben fatti anche grazie alla grafica curata che modula il movimento del viso e del corpo, e alla recitazione degli stessi attori, davvero convincente. Le voci sono calde e sembra realmente di assistere a scene di un film televisivo.

LA GRAFICA

La grafica è veramente ben congeniata: è fluida e ben curata soprattutto nei movimenti dei personaggi, e non richiede un hardware molto potente. A dire la verità sono rimasto un po' deluso per le immagini forti dei corpi squarciati... si vedono solo laghi di sangue, visi di testimoni grondanti di sangue della vittima... ma niente di più! Non pensate che sia un assetato di sangue (Ma Noooo!), ma diavolo, senti parlare di cuore, reni, fegato asportati dalla vittima e disseminati per tutta la stanza, testimoni che dicono di non aver mai visto una scena simile e si sentono svenire al solo pensiero, ed un po' ti innervosisce il fatto di non poterne essere pienamente partecipe.

GLI ENIGMI

Ed ecco il punto cruciale, quella che definirei la parte più bella, ma allo stesso tempo più difficile del gioco. È vero devo riconoscere che in tutti gli enigmi c'è una logica ferrea, cosa che non mi era capitato in gioco come THE DIG ed altri, ma purtroppo devo ammettere che sono tutti maledettamente difficili, anche giocando al livello più basso (easy) vi ritroverete bloccati più volte nell'avventura.

Non basta una buona dose di intuizione, di intelligenza, di fortuna a trovare e vedere scritte nascoste per la risoluzione del caso, ma è necessaria molta fantasia e pazienza. Quando arriverete all'enigma dei chips, vi assicuro che se non leggerete la soluzione vi ci vorranno almeno un paio di ore per poterlo risolvere con tutti quei codici di ben 11 numeri differenti che vanno posizionati in 16, dico 16, allocazioni diverse (è più facile da vedere che da spiegare). Eh sì, gli enigmi sono alcune volte veramente stressanti e purtroppo sono state molte le volte in cui sono dovuto ricorrere alla soluzione.

LA GIOCABILITÀ

Con ben 6 CD, devo dire che è l'avventura grafica più lunga che abbia mai svolto. Come tutti i prodotti del suo genere c'è poco da dire; una volta completato difficilmente lo si rigioca. Sì, è vero, esistono 3 finali differenti (visto che poi i probabili criminali sono 3 indiziati), ma gli enigmi sono sempre quelli, c'è poco da fare. Non conosco nessuno che dopo aver risolto un gioco di questo genere lo rigiochi solo per il gusto di vedere un finale differente.

I voti: GRAFICA 8, molto coinvolgente e fluida - SONORO 7, i dialoghi sono davvero convincenti, ma purtroppo sono solo in inglese, senza sottotitoli - GIOCABILITÀ 6, Beh, Jack lo squartatore ha sempre il suo fascino, ma gli enigmi sono spesso troppo complessi - DURATA 7, ... ma come tutte le avventure, una volta terminato, non ci rigiocherete più - GLOBALE 7, una buona avventura che merita la vostra attenzione, anche se in giro troverete di meglio.

I pregi: grafica fluida e ben curata. Ottimi dialoghi. Nel gioco vi sono anche piccole sezioni arcade.

I difetti: non sono presenti i sottotitoli. Gli enigmi sono spesso troppo difficili.

La configurazione minima è un 486 DX2 66 MHz, 8 MB di RAM, Cd 2X. Quella consigliata è un Pentium, 16 MB di RAM, CD 4X, scheda sonora.

Carlo Saggese


[Torna a inizio pagina] [Torna al sommario]

21/12/96
GIOCHI - Anteprime: Star Trek: Borg

Fonte: Reuters


In sintesi:

Tornano gli insetti? No, è di scena la vendetta, con una guida d'eccezione: Q


 È appena uscito negli Stati Uniti l'ultimo CD-ROM della serie Star Trek. Si tratta di "Star Trek: Borg", un programma che si presenta fin dall'installazione in tutte le sue peculiarità.

Quando cliccate su "setup", infatti, appare una scritta che dice: "Benvenuto, uomo, al programma di installazione Star Trek: Borg. Scegli 1 per far assimilare Borg dal tuo computer. Non fare resistenza. Scegliere 0 non ti porterà da nessuna parte".

Borg è una specie di insetti resa famosa da "Star Trek: First Contact", uno dei lungometraggi della serie. Ma il gioco della Simon & Schuster Interactive, afferma chi lo ha provato, non ha nulla a che vedere con il film.

Il giocatore entra nel game con il ruolo del cadetto Qaylan Furlong, il cui padre è stato ucciso dieci anni prima in una battaglia con una nave Borg vicino a Wolf 359, una stella a 7.6 anni luce di distanza. Ora i Borg sono tornati e Furlong vuole vendicarsi, ma deve scontrarsi con il capitano della propria nave che, prima dello scontro, lo declassa e lo mette in un ruolo di non combattimento.

E in questo momento arriva Q, la famosa onnipotente entità che tutti i fan di Star Trek hanno imparato a conoscere. Q porta Furlong nella nave del padre dieci anni prima dandogli la possibilità di salvare l'astronave e la vita di questi.

Il gioco si presenta più come un film interattivo che come un gioco di ruolo composto di puzzle. Nel film appare tutto ciò che uno può aspettarsi da una produzione che prende il nome dalla famosa serie. Il giocatore deve effettuare scelte in momenti chiave della trama che potranno condizionare l'intera vicenda.

Il tutto prevede due ore di video suddivise in tre dischi, anche se il film può durare 45 minuti se tutto va per il meglio. Chi lo ha sperimentato, comunque, sottolinea che la metà del divertimento sta nel conoscere cosa accade quando si fanno scelte errate.

Alcuni problemi risiedono nel salvataggio: una volta salvato non si riescono a superare le sequenze video che uno è così costretto a "subire" infinite volte e il testo sul tricorder è quasi impossibile da leggere.


[Torna a inizio pagina] [Torna al sommario]

21/12/96
GIOCHI - Vendite record di Sony PlayStation

Fonte: Reuters


In sintesi:

La consolle in tutto il Mondo sta conoscendo un nuovo boom anche in vicinanza di Natale. Negli USA cifre da record


Dalla divisione americana della Sony è arrivato poche ore fa il dato che le vendite di hardware e software PlayStation hanno toccato quota un miliardo di dollari.

Da quanto si è appreso, dal primo dicembre sono state vendute addirittura due milioni di unità della "gamma" ed entro la fine dell'anno l'azienda prevede di riuscire a "piazzarne" un altro milione.

Solo qualche giorno fa, Sony aveva affermato che erano state distribuite a novembre in tutto il Mondo dieci milioni di consolle.


[Torna a inizio pagina] [Torna al sommario]

21/12/96
RECENSIONI - WildRiverSSK per Photoshop

Fonte: MacWEEK


In sintesi:

Effetti speciali in prima linea. Dopo Kai's Power Tools arrivano nuovi filtri sorprendenti, ma "difficili"


All'http://www.datastream.com tutti gli appassionati di Adobe PhotoShop potranno trovare le informazioni sul nuovo pacchetto di filtri WildRiverSSK. Costa 100 dollari ed è stato definito da alcuni come la più rilevante innovazione per Photoshop dall'introduzione dei Kai's Power Tools della MetaTools Inc.

Si tratta di sette filtri realizzati da un programmatore giapponese, Naoto Arakawa, indirizzati specificamente ai "maniaci" degli effetti speciali. Vediamo di cosa si tratta.

Una premessa doverosa è il fatto che l'interfaccia di utilizzo dei filtri non è così immediata come nei Kai's e richiede un po' di pratica. Basta cliccare, questo sì, ma occorre apprendere su che cosa. I menù sono anche di difficile comprensione di primo acchito e alcuni controlli sono addirittura apparentemente nascosti. Nonostante tutto questo, vale la pena scoprire di cosa si tratta.

MagicCurtain è un filtro che crea gradazioni di colore in modo innovativo: invece di fondere due colori, i "gradients" (i colori in gradazione) vengono realizzati modificando la forma di 42 diverse lunghezze d'onda. Se gli intervalli della sinusoide sono regolari, il colore che si otterrà sarà "tradizionale", modificando la sinusoide si ottengono effetti particolarissimi: giochi di luci e di ombre, lucentezze, texturizzazione ecc. L'unico punto "nero" di questo filtro è la mancanza di una preview, che non consente di verificare cosa accadrà una volta applicato.

MagicFrame ha un sistema di utilizzo simile al filtro precedente. È possibile selezionare la dimensione di un frame e decidere i gradients che vi andranno "dentro"; il filtro è poi in grado di disegnare una frame che si adatta all'immagine che avrete posto al centro del tavolo di lavoro.

Il filtro Chameleon consente di mappare una serie contigua e specifica di colori all'interno di un'immagine, con conseguenti effetti creati dalla "vicinanza" dei vari colori. Ad esempio, è possibile modificare un'immagine basata su verde-blu in basi giallo-rosso-arancione. Sembra adatto, quindi, a modificare in un colpo solo i colori.

DekoBoko è un filtro, invece, per smussare gli angoli delle forme rettangolari, offrendo una vasta serie di controlli sul gioco di luci ed ombre della superficie dell'immagine.

Minori capacità sembrano invece offrire TileMaker e TVSnow. Il primo è un filtro che utilizza una selezione effettuata dall'utente per creare una serie di rettangoli di diversi colori all'interno dell'immagine selezionata facendola apparire come un mosaico. Il secondo, invece, produce un effetto che ricorda quello delle interferenze televisive.

Prima di chiudere occorre sottolineare che questi filtri sembrano offrire grande flessibilità di utilizzo, ma per poterli utilizzare al meglio è bene essere coscienti del fatto che occorre rivolgersi numerose volte al manuale, anche per l'help "in linea" non appare completo.


[Torna a inizio pagina] [Torna al sommario]

21/12/96
RECENSIONI - Hand-held PC secondo Microsoft

Fonte: Punto Informatico


In sintesi:

I piccoli computer "che stanno in una mano" stanno registrando un vero e proprio boom e, neanche a farlo a posta, dietro questo mercato si muove un elefante


Nella corsa all'evoluzione dei sistemi informatici quella degli hand-held PC (piccoli computer che stanno in una mano), si propone come una nuova nicchia di mercato. Questi device pur già presenti, sono caratterizzati da particolari caratteristiche hardware e software che li rendono a sé stanti e non sempre ottimizzati per tutti gli usi.

Una grossa novità in questo campo l'ha proposta al Comdex di Las Vegas l'onnipresente Microsoft. Si tratta di un nuovo sistema operativo "leggero" chiamato WindowsCE dedicato appunto a questi nuovi computer. Per il lancio di questa nuova piattaforma la casa di Redmond ha stretto alleanze con molti produttori affinché i nuovi device trovino spazio nel ricco mercato business e consumer. Fra i nomi più noti che hanno presentato i loro prototipi di hand-held PC vi sono Casio, Compaq, Hewlett-Packard, Hitachi, Nec, Philips. I "piccoli" Pc basati sulla piattaforma CE consentono di condividere informazioni con applicazioni che girano su Pc desktop o notebook con piattaforma operativa Windows 95 o NT.

Le applicazioni di base legate a questo S.O. sono:

- Information Manager: comprende la serie di applicazioni i come calendario, agenda, attività che possono interagire con il programma Microsoft Schedule installato sul Pc.

- Microsoft Poket Word: compatibile con il suo omonimo della versione desktop.

- Microsoft Poket Excel: per produrre dati, tabelle, calcoli al pari di Excel oltre ad esportarne il formato.

- Poket Internet Explorer: versione anche in questo caso "leggera" del browser di navigazione Web.

- Inbox client: per la gestione della posta elettronica.

Lo scambio di informazioni fra l'hand-held Pc e il PC è gestito in maniera semplificata da un software dedicato che consente di "navigare" da un computer all'altro e permette di spostare e copiare file attraverso le operazioni classiche di drag and drop. Il supporto di piattaforma aperto consente poi di scegliere fra numerose opzioni hardware e software consentendo ai vari OEM di diversificare l'offerta per ogni esigenza dell'utente.

Le caratteristiche di base dell'hand-held Pc sono:

- Tastiera qwerty.

- Display LCD touch screen con stylus.

- 4MB ROM, 2MB RAM.

- Processori Hitachi SH-3 e MIPS R4000.

- Dispositivi I/O infrared, porta seriale, slot PCMCIA type II.

- Sistema operativo Windows CE.

Prezzo del dispositivo indicato intorno ai 500 dollari.

Giuseppe Sardo


[Torna a inizio pagina] [Torna al sommario]

21/12/96
RECENSIONI - Windows 95 OEM

Fonte: Punto Informatico


In sintesi:

L'ultima versione di Windows95 include una serie di migliorie rispetto alla prima versione. A quando i patch per chi già possiede il SO Microsoft?


Microsoft sta distribuendo un aggiornamento di Windows95 destinato agli OEM (Original Equipment Manifacturer). È trascorso poco più di un anno dalla sua prima uscita e una rivisitazione era ritenuta opportuna.

La stessa versione italiana, successiva in ordine di tempo a quella americana, conteneva già alcune migliorie. La Microsoft ha tenuto aggiornato il S.O. attraverso il rilascio del Service Pack e altri tool aggiuntivi.

Nella nuova release, che viene installata solamente sulle nuove macchine, molte delle patch (piccoli programmi che sistemano alcune imperfezioni) già viste hanno trovato riscontro definitivo così come altre ve ne sono state introdotte. Nelle informazioni del sistema il nome della nuova versione non compare ma è identificabile dalla lettera B dopo l'identificativo numerico.

Vediamo in sintesi, quali sono le migliorie apportate rispetto alla versione precedente anche con l'aiuto di un documento informativo redatto dalla Microsoft italiana.

- Procedura di installazione: l'installazione del sistema operativo vanta una maggior caratteristica di personalizzazione ed un minor tempo di attesa per quanto concerne il rilevamento hardware.

- Integrazione supporto Internet: fa parte integrante della release il Wizard Internet Connetion, già del pacchetto Plus!, il navigatore Explorer 3.0 e i pacchetti Internet Mail, Internet News e NeetMeeting dedicati alla gestione della posta elettronica, alla gestione dei newsgroup e di un chatting molto evoluto per scambiare informazioni in formato testo, condividere file e "blank table" per scrivere in condivisione. Contiene inoltre i client per America On Line, ComputerServe e CompuServe

- Fat 32: il supporto del file system tutto nuovo è sicuramente il più interessante. La File Allocation Table a 16 bit non può gestire hard disk superiori a 2 GB, obbligando ad una partizione forzata del disco. Con la release a 32 bit è possibile ora gestire memorie di massa fino a due tetrabyte di capacità (2000 GB). Attraverso la "Fat 32" si realizza anche un consistente aumento di spazio disponibile sul disco dato che i cluster sono ridotti sensibilmente nella loro dimensione. La Fat 32 è accompagnata dalle utility di Defrag, Scandisk, Fdisk, Format. Non tutti i programmi girano con la nuova partizione. A supporto dell'utente sono presenti sul cd dettagliate informazioni al riguardo.

- Supporto hardware migliorato in termini di condivisione di Pcmcia, Ir, Apm, Cdfs, Pci, Irq.

- Aggiornamento dei driver per le connessioni in Isdn.

- Nuovo corso interattivo del per imparare l'uso del S.O aggiornato anche con Internet.

- Supporti di rete: aggiornamento per le Novel Netware 3.x e 4.x.

- Supporto multimediale: la versione comprende i supporti Directx 2.0, ActiveMove, Direct3D e MMX.

Visti gli sforzi per una sua costante evoluzione, Win95 si pone come concorrente dello stesso NT, versione client. Un aspetto non ancora reso noto è se sarà possibile e quando acquistare separatamente la versione definitiva o se ci sarà un Service Pack nuovo.

Giuseppe Sardo


[Torna a inizio pagina] [Torna al sommario]

21/12/96
SCENARI - Metcalfe, il problema di Internet non sono gli utenti

Fonte: Reuters


In sintesi:

Non è il sovraffollamento il vero problema secondo l'inventore delle tecnologie di rete Ethernet


Non è l'affollamento di Internet che deve preoccupare, ma gli errori e le debolezze delle altre infrastrutture. Con queste parole è possibile riassumere il pensiero di Robert Metcalfe, il "papà" della tecnologia di rete Ethernet nonché il fondatore di 3Com, oggi una delle aziende leader del networking.

Secondo Metcalfe, l'overcrowding, l'affollamento di rete, è solo uno dei problemi sul percorso di sviluppo di Internet. Molti guasti sono dovuti a eventi casuali (di recente dei roditori hanno messo fuori uso una centralina telefonica principale...).

Metcalfe ricorda l'evento di questa estate, quando i sei milioni di utenti allora abbonati ad America On Line rimasero senza servizio per 19 ore a causa di un problema software. O l'evento di ottobre, quando un malfunzionamento della divisione Internet della Stanford University gestita dalla BBN ha tagliato fuori dalla rete quasi 400 aziende dell'information technology.

Secondo gli osservatori internazionali, la situazione americana è da tenere sotto esame perché è l'area a maggiore densità di traffico in rete e dotata, in linea generale, delle strutture più avanzate.

Alcuni esperti, tra cui lo stesso Metcalfe, prevedono per l'anno prossimo un momento critico. L'aumentare degli utenti, legato al decuplicarsi delle offerte multimediali, infatti, metteranno a dura prova i fornitori di servizi on line e le infrastrutture. Una prova, sostiene Metcalfe, che potrebbe essere resa più complessa e difficile da superare se, oltre all'overcrowding, si verificheranno anche imprevisti, come l'intervento dei roditori...


[Torna a inizio pagina] [Torna al sommario]

21/12/96
SCENARI - USA: caccia agli ex-Nazi con il computer

Fonte: The Associated Press


In sintesi:

"L'Ufficio delle Investigazioni Speciali" spera nei database per rintracciare i criminali nazisti


 È in funzione da qualche anno il sistema informatico dell'Office of Special Investigations americano nel settore che si occupa di identificare criminali nazisti eventualmente presenti negli Stati Uniti.

Eli Rosenbaum, che dirige l'OSI, spiega alcune fasi del lavoro che il computer aiuta a sostenere: "nei film, i sopravvissuti riconoscono i propri aguzzini per strada, ma nella realtà, invece, questo si fa via computer".

In un database, l'OSI ha inserito i dati di quasi 70mila sospetti criminali nazisti, con la loro data di nascita ed altro. Questi dati sono poi confrontati con quelli dell'ufficio Immigrazione che si occupa di verificare se non vi siano persone naturalizzate americane i cui dati sono simili o uguali a quelli dei sospetti. È questo "un sistema ormai automatico" che ha consentito, nel tempo, di individuare un centinaio di persone su un totale di 1.500 inchieste avviate. Fin dal 1979, d'altro canto, l'OSI si occupa di questa particolarissima attività. E il computer ha portato ad un'efficienza prima insperabile.


[Torna a inizio pagina] [Torna al sommario]

21/12/96
SCENARI - I fastidi della registrazione

Fonte: Daily Net


In sintesi:

Ecco l'ultima trovata GTE sulla quale piovono valanghe di lamentele


Secondo alcuni, si tratta di vera e propria intrusione nella vita privata.

Numerose critiche sono infatti piovute sull'ultima produzione della GTE Entertainment per Windows95. Si tratta di un gioco, FX Fighter Turbo, che si sta facendo notare non per le sue qualità di game ma per la strategia commerciale attuata dalla GTE.

Da quanto si apprende, se non si registra correttamente il gioco durante l'installazione sul PC, una schermata che ricorda la necessità di registrarsi appare insistentemente nel corso della prima partita. Quando si riesce a liberarsene, la schermata riappare 14 giorni dopo. E dopo altri 14 giorni. E dopo altri 14 e dopo...

La registrazione, come sempre, comporta l'invio di dati personali alla casa costruttrice e i critici ora sostengono che non si può obbligare un consumatore a inviare i propri dati alla GTE perché ha acquistato un suo prodotto. Né lo si può obbligare, nel mezzo del game, ad effettuare la registrazione.

La soluzione è la disinstallazione del game. Se la fate, però, siate certi di scovare tutti i file infilati qua e là sul computer, altrimenti ogni 14 giorni, qualsiasi cosa stiate facendo, una schermata vi ricorderà che la GTE vuole sapere tutto di voi...


[Torna a inizio pagina] [Torna al sommario]

21/12/96
PEGACITY - Spazio Donna

Fonte: PegaCity


In sintesi:

"La rete è femmina ?" - Anche le pegasiane cominciano ad esprimersi...


Quando ho fatto presente sul bollettino settimanale di PegaCity - che si chiama PegaNews - che esistevano anche delle "pegasiane" e le ho invitate a farsi avanti per aprire uno spazio a loro dedicato non ho avuto molte reazioni dalle nostre cittadine, ma quelle poche sono state positive come spiegherò meglio più avanti.

Chissà perché invece i "maschietti" hanno reagito per la maggior parte in modo negativo, accusandomi di voler fare delle discriminazioni in un ambiente come la Rete che è l'unico dove queste differenze non si sentono, non hanno senso di esistere. Ma, dico io, non si chiama forse questo: nascondersi?

Le donne non sono uomini neppure sulla Rete, dove un non vedente non ci vede comunque, un negro resta nero, ecc.

La Rete elimina alcune barriere, ma la vita al di là dello schermo resta sempre la stessa. Perché non parlarne? Perché non vi devono essere conferenze e spazi dedicati dove ciascuno può esprimere la propria "diversità"?

Ora, nella nostra città virtuale, c'è uno Spazio Donna (http://www.pegacity.it/dialogo/donna) e trovo che rappresenta molto bene quello che si definisce "l'universo femminile". È praticamente la stessa PegaCity vista dalle donne e non rappresenta un ghetto, bensì l'alternativa; dedicata sia alle donne che agli uomini.

Il sito è molto ben curato dal punto di vista grafico, nonostante la giovane esperienza di Rete delle protagoniste - Silvia Agatello e Rossana Mennella - che affrontano l'html con naturalezza e ne trattano in una interessante sezione intitolata "Impariamo l'Html" che recita così:

"Se sei alle prime armi con la costruzione della tua casa a PegaCity o se ti sei stancata delle solite case popolari (perché accontentarsi se puoi avere una villa?!), impara un po' di HTML!

È un "linguaggio" semplicissimo che si può imparare anche senza libri e solo guardando le pagine che ti piacciono di più sul Web.

Alla sottoscritta (Silvia) sono bastati appena 2 mesi per ottenere risultati soddisfacenti (da autodidatta): perché non ci provi pure tu?

Tutto sembra difficile all'inizio, ma se ci si prende la mano l'HTML è veramente alla portata di tutti!

Qui puoi trovare:

- Corso breve sul linguaggio HTML (italiano)

- Link ad Altre Guide (italiano e inglese)

- Esempi di pagine costruite da Silvia...... no comments, please...;-)

- Se cerchi homepages GRATIS qui trovi le liste complete dei siti che regalano spazio Web!"

La sezione dedicata al webchat è ancora in costruzione, mentre è già attivo un guestbook, una sezione di link interessanti, una di musica, una di poesie ma il piatto forte sono le aree di discussione on line - attive grazie alla collaborazione di Queen Network (http://www.queen.it) - da loro sapientemente utilizzate.

Insomma, a me questo "spazio" è davvero piaciuto e spero che cresca sempre più con il contributo sia femminile che maschile.

Non mancate di venirci a trovare a Natale: stiamo preparando un sacco di sorprese. La città cambia ancora una volta la chiave grafica con uno spazio finalmente dedicato alle News ed una pagina Infopoint che permetterà di orientarsi in quanto sarà raggiungibile da qualsiasi punto di PegaCity.

Ma la sorpresa più grande è una nuova rivista telematica di cui parlerò nel prossimo numero di questa rubrica, visto che gli amici di Punto Informatico non temono certo questo tipo di "concorrenza";-)

Clay, primo cittadino di PegaCity


[Torna a inizio pagina] [Torna al sommario]

21/12/96
DADAWORLD - Tutti in sella, si parte

Fonte: DadaNet


In sintesi:

CavalloWeb - natura e avventura - è il primo sito italiano interamente dedicato al cavallo ai cavalieri e agli amanti del turismo nella natura


CavalloWeb (http://www.cavalloweb.it/), nato alla fine del 1995, è stato il primo Web italiano interamente dedicato al cavallo, ai cavalieri e agli amanti del turismo nella natura.

CavalloWeb è diventato sito ufficiale della FITEEC/ANTE - Federazione Nazionale per il Turismo Equestre e l'Equitazione di Campagna (http://www.cavalloweb.it/ante/) - che gestisce tecnicamente numerose branche sportive come l'Endurance, o Fondo Equestre, il Cross Country e il T.R.E.C., oltre a seguire e programmare tutto il settore del Turismo Equestre e dell'Equitazione di Campagna.

 È stata inoltre realizzata una vera e propria "libreria" che comprende i regolamenti, la manualistica, la modulistica e tutte le informazioni ufficiali fornite dall'organizzazione (http://www.cavalloweb.it/ante/ante01.htm).

All'interno di CavalloWeb una serie di pagine forniscono informazioni utili (http://www.cavalloweb.it/consigli.htm) per chi ha intenzione di fare vacanze o viaggi a cavallo e contengono consigli sia per i principianti che per i più esperti.

Le informazioni sui centri equestri più famosi d'Italia, sono affiancate da curiosità sulla storia e il paesaggio, ed è offerta l'opportunità della prenotazione on line e della richiesta di maggiori dettagli (http://www.cavalloweb.it/vacancav.htm).

Le riviste del settore (http://www.cavalloweb.it/riviste.htm) forniscono a CavalloWeb gli editoriali, le notizie aggiornate ed il sommario del numero in edicola. Mentre i numeri passati formano un prezioso archivio di consultazione a cui si affianca la parte dedicata a libri che vedono il cavallo protagonista della narrazione (http://www.cavalloweb.it/libri/books.htm).

Le principali sellerie italiane (http://www.cavalloweb.it/fornit.htm) presentano i prodotti e le offerte dell'ultim'ora, mentre un frequentatissimo mercato virtuale (http://www.cavalloweb.it/merca.htm) raccoglie decine di annunci sempre aggiornati oltre alle indicazioni sui maggiori appuntamenti nazionali del settore (http://www.cavalloweb.it/ultima.htm).

La redazione cura inoltre una rubrica mensile di interviste originali ai principali personaggi italiani del mondo dell'equitazione (http://www.cavalloweb.it/personaggi/) ed editoriali a commento di quello che succede nell'ippica italiana.

Per ricevere altre informazioni o per contattare CavalloWeb: cavalloweb@dada.it


[Torna a inizio pagina] [Torna al sommario]

21/12/96
INTERNET - Webitalia: I nuovi siti di IWP

Fonte: Italian Web Pages


In sintesi:

Questa rubrica propone gli ultimi siti Internet inseriti nel motore di ricerca Italian Web Pages con la descrizione presentata all'atto della loro iscrizione


HOTEL VILLA NATALIA - FIRENZE

Villa Natalia è situata sulla collina di Montughi; nel '500 fu la residenza di Messer Giovanni Della Casa, poeta e scrittore il quale deve la sua fama al "Galateo", guida al viver civile e alle buone maniere. Url: http://www.firenze.net/villa.natalia/.

SANITÀ E TECNICA

Quotidiano telematico settore sanità. servizi usl ospedali produttori e fornitori materiele medicale. anagrafica di tutte le aziende ospedaliere/USL d'Italia. Url: http://sanita.poliedra.it.

OVER

Bacheca, Giochi, Lido Bianco, Risc PC ed altro ancora... Url: http://www.geocities.com/SouthBeach/3824.

AGESCI - GRUPPO MONTEROTONDO I

Benvenuti nel sito WEB del Gruppo Scout AGESCI di Monterotondo (RM). Url: http://kpweb.telpress.it/agm1/.

OMNIA PUBBLICITÀ

Insegne luminose, striscioni in P.V.C., targhe su magnetico, cartelli, tende da sole. Url: http://www.callnet.it/omnia/.

LUCA "EL COCHE" COCCHIERE

Real Cooooooooollll! Url: http://www.gibson.net/fog/homebrew/hb11.html.

HOTEL DUOMO - FIRENZE

Situtato nell'omonima piazza offre ai suoi clienti i comfort di un albergo moderno, unitamente all'atmosfera di familiarità che lo contraddistingue. Url: http://www.firenze.net/hotel.duomo/.

BIONATURE

Erboristeria - Catalogo e Vendita On-Line per cosmesi, alimentazione naturale. Url: http://www.saephir.it/bionature/Welcome.html.

EDUARDO PALOMO FAN'S CLUB FIRENZE

Il Fan's Club di Firenze, fondato il 9 Marzo 1994, è stato il primo autorizzato in Italia da Eduardo Palomo. Url: http://www.dada.it/palomo/.

RADIO MONTEBENI CLASSICA

L'unica radio italiana che trasmette 24 ore su 24 esclusivamente programmi di musica classica. Url: http://www.firenze.net/radio.montebeni.classica/.

GRANTOUR

Agenzia di Viaggi a ROMA E MILANO. Biglietteria aerea navale e ferroviaria. Url: http://www.dada.it/gdm/grantour/welcome.html.

SIAP

Sistemi Hardware con Software di nostra produzione per quelle realta che operano nel settore Turismo. Url: http://www.dada.it/gdm/siap/welcome.html.

CACIALLI GIULIO

La mia Home Page con riferimenti a quello che io trovo interessante ed alle aziende con le quali collaboro. Url: http://www.dada.it/gdm.

QUICK MUSIC STUDIO & SANREMO MUSICANOVA

Sito del Quick Music Studio di Sanremo (IM) con sala di registrazione audio digitale. Url: http://www.rosenet.it/quick.

ASSOCIAZIONE INFORMAZIONI SU CRISTO

Associazione culturale che tratta temi di fede in armonia con la proposta cristiana. Url: http://www.arpnet.it/~cinforma.

I.D.E.A. SOFTWARE SRL

Società di Servizi per l'Informatica con pluriennale esperienza nel campo della pubblica amministrazione. Url: http://wwwfg.iqsnet.it/.


[Torna a inizio pagina] [Torna al sommario]

AVVERTENZA: la riproduzione di illustrazioni e articoli pubblicati da Punto Informatico, nonchè la loro traduzione, é riservata e non può avvenire senza espressa autorizzazione dell'editore. L'editore non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di errori in cui fosse incorso nella loro riproduzione sulla pubblicazione. Tutte le pubblicazioni su Punto Informatico avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d'invenzione; inoltre, i nomi delle merci coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto.